Contatti
Operativi in

Alessandria
Firenze
Milano
Roma
Torino

Trapianto Di Capelli FUE

La tecnica FUE ha rivoluzionato il campo del trapianto di capelli divenendo oggi una delle tecniche più efficaci e meno invasive che garantisce il rinfoltimento definitivo dei capelli. Possono sottoporsi al trapianto  sia uomini che donne che hanno problemi di calvizie, alopecia (androgenetica o areata) o vogliano andare a coprire una cicatrice da intervento o da trauma. Questo tipo di trapianto offre un risultato estetico sorprendente, con capelli sani che crescono e ricoprono le zone che ne erano prive in modo assolutamente naturale e definitivo.

Cos'è la tecnica FUE

L’autotrapianto di capelli FUE (Follicular Unit Extraction), è una tecnica microchirurgica attraverso la quale si trasferiscono unità follicolari da una zona donatrice del capo alla zona ricevente che necessita di infoltimento. Il trasferimento dei follicoli avviene con una procedura minimamente invasiva, in linea con l’evoluzione della chirurgia moderna, protesa a ridurre il trauma chirurgico e rendere più rapido e meno doloroso il recupero post-operatorio. La zona donatrice è localizzata nella parte inferiore della nuca e sulle pareti laterali del capo, dove c’è una più alta densità di follicoli e i capelli non cadono. A differenza di altre tecniche di trapianto, la tecnica FUE non lascia cicatrici visibili in quanto il chirurgo non usa bisturi né per il prelievo né per il reimpianto dei bulbi. Ciò consente una veloce guarigione e permette al paziente di riprendere in pochissimi giorni le normali attività della vita quotidiana e lavorativa, in taluni casi già dal giorno successivo all’intervento.

Come avviene l'intervento

Il trapianto viene eseguito in tre fasi:

Pianificazione del trapianto

La pianificazione è una fase di primaria importanza per il successo dell’autotrapianto. In questa fase verrà valutato il tipo di calvizie e disegnata la linea di attaccatura dei capelli tenendo conto di diversi fattori (aspetto prima della perdita dei capelli, fisionomia del viso, ecc.) e la quantità di unità follicolari da trapiantare, in ordine alla densità di infoltimento che il paziente vorrà ottenere con l’autotrapianto. Dopo aver realizzato scatti fotografici dello stato pre-intervento, per un confronto successivo delle fasi di crescita dei capelli,  viene delimitata l’area da infoltire con una matita dermografica e vengono eseguiti nuovi rilievi per la documentazione fotografica. Durante la fase di pianificazione, il paziente riceverà tutte le informazioni utili e necessarie perché possa affrontare l’intervento in assoluta tranquillità.

 

Fase di Espianto

Terminata la fase di pianificazione si procede alla seconda fase, quella dell’espianto delle unità follicolari (micro-graft). L’intervento viene eseguito in anestesia locale praticata nella zona donatrice del cuoio capelluto per annullare qualsiasi percezione del dolore. Le singole unità follicolari, che possono essere costituite da 1 a 5 bulbi, vengono estratte dalla zona donatrice mediante uno speciale strumento chiamato panch che ha un diametro inferiore al millimetro e può variare da 0,6 a 0,9 mm a seconda della dimensione dell’unità follicolare. La procedura di espianto è minimamente invasiva.

 

Fase di Impianto

In questa terza fase viene praticata l’anestesia nella zona ricevente precedentemente delimitata e si procede al reimpianto delle singole unità follicolari tramite una piccolissima incisione. Per garantire la massima naturalezza del risultato finale e la massima copertura dell’area da infoltire, il chirurgo esegue ogni innesto inserendo il bulbo secondo il verso, l’inclinazione e la densità tipiche di quell’area.

Terminato l’intervento vengono fornite al paziente le istruzioni per i giorni successivi al trapianto e  vengono eseguiti nuovi rilievi fotografici per la documentazione.

4 mesi dopo l'intervento

FAQ

Che cosa significa autotrapianto di capelli?

Significa che il prelievo dei capelli viene effettuato dal paziente stesso, per cui è impossibile qualsiasi forma di rigetto propriamente detto.

Che cosa significa FUE?

FUE è l’acronimo di Folllicular Unit Extraction che significa  Estrazione di singole Unità Follicolari.

Cos’è l’ unità follicolare?

L’unità follicolare (U.F.) rappresenta il singolo “mattone” della nostra capigliatura. Può contenere solitamente da 1 a 5 capelli o bulbi.

Questa tecnica è dolorosa?

Per eseguite l’intervento viene praticata  una anestesia locale che permette di lavorare in totale assenza di dolore. Solitamente il paziente guarda un film, o consulta lo smartphone, o dorme spontaneamente.

È possibile prelevare capelli da un’altra persona donatrice?

A tutt’oggi non è possibile.

Quando dura l’intervento?

L’intervento ha una durata variabile da sedute di poche ore a sessioni di due giorni consecutivi.

Vengo addormentato durante l’intervento?

Se il paziente lo richiede può essere sedato per essere sottoposto all’intervento, ma non è necessario.

Quanti capelli è possibile trapiantare?

Da poche unità follicolari, per ricostruzione di sopracciglia basette o revisioni di cicatrici, fino a migliaia di unità per rinfoltimenti importanti.

Da dove vengono prelevati i capelli?

Per quanto tutte le unità follicolari del nostro corpo sino potenzialmente utili e utilizzabili per un intervento di autotrapianto, la regione donatrice d’elezione è normalmente quella nucale. Durante la prima visita, lo specialista valuterà se risulti necessario il prelievo da altri siti donatori.

Dopo l’intervento i capelli trapiantati mi crescono normalmente?

Solitamente crescono per qualche giorno o settimana, dopodiché cadono fino a rispuntare dopo tre mesi.

Rimangono cicatrici dopo l’intervento?

No, non rimangono cicatrici né sulla zona di prelievo né sulla zona di innesto.

Quando è possibile riprendere la vita normale (attività domestiche, lavorative, sportive)?

In alcuni casi dal giorno successivo, in altri sarà necessario attendere qualche giorno.

Per quanto tempo la cute del cuoio capelluto rimane arrossata?

Nella zona di innesto, molto dipende dalla fototipo cutaneo (colore della pelle),  dai farmaci assunti dal paziente per  eventuali patologie esistenti  (antipertensivi, antidolorifici, etc.) e dalla stagione in cui viene effettuato l’intervento.

Dopo l’intervento che cosa devo fare?

Il paziente verrà istruito dal chirurgo sulle indicazioni post operatorie e cure domiciliari da effettuare e verrà informato sui controlli successivi.

Posso fare l’intervento se ho i capelli bianchi?

Certamente. La canizie non è un motivo di esclusione dalla possibilità di praticare l’intervento di autotrapianto.

Devo necessariamente radermi i capelli prima dell’intervento?

L’operatore deciderà come e se effettuare la rasatura che solitamente avviene il giorno dell’intervento.  In alcuni casi l’intervento può essere compiuto anche con i capelli lunghi senza necessità di raderli.

Ci sono trattamenti necessari prima o dopo l’intervento?

Ogni caso viene scrupolosamente valutato nelle visite precedenti l’intervento e se necessario viene prescritta una terapia.

Tutti possono sottoporsi a questo intervento?

Tutti potenzialmente possono sottoporsi all’intervento.

Sono necessari controlli dopo l’intervento?

Si tratta di un’ opportunità di cui  il paziente dispone per verificare la crescita dei capelli e consultarsi con lo specialista.

Se soffro di allergie posso sottopormi all’intervento?

Prima dell’intervento e necessaria una visita con l’operatore per una corretta valutazione del caso. In situazione di controindicazioni assolute verrà evitato l’intervento.

Autotrapianto FUE Last Minute

Un’opportunità per velocizzare risparmiando!

Per sottoporsi all’intervento di autotrapianto FUE è necessario effettuare la prenotazione, con versamento di un acconto sul totale della spesa. Una volta confermata la data, qualora per qualsiasi motivazione il paziente si trovasse impedito a presentarsi, o rinunciasse, nell’impossibilità di annullare la data e l’organizzazione per l’esecuzione dell’intervento (sala, staff medico, ecc.) l’acconto versato non potrà essere restituito.

Qualora si verificasse questa eventualità, e solo in questo caso, rimanendo comunque confermate e disponibili sia data che organizzazione per l’intervento, potrà essere accettato un nuovo paziente in sostituzione di quello rinunciatario.

In questo caso, l’acconto iniziale versato dal paziente titolare della prenotazione, non sarà dovuto dal nuovo paziente, che potrà usufruirne ottenendo un risparmio sul costo totale dell’intervento.

La disponibilità di eventuali interventi FUE Last Minute verrà pubblicata sul sito e comunicata ai pazienti in lista d’attesa o che hanno espresso interesse a valutare l’intervento.

prenota la tua visita al numero

+39 351 5281191

 

 tramite WhatsApp
WhatsApp chat

 

 all’indirizzo
info@tricogenesis.com
Se desideri avere ulteriori informazioni, compila il form e sarai contattato quanto prima.