Contatti
Operativi in

Alessandria
Firenze
Milano
Roma
Torino

Perdita di capelli post-partum: cause e soluzioni

perdita capelli dopo la gravidanza

Perdita di capelli post-partum: cause e soluzioni

Subito dopo il parto, i miei capelli cadevano a ciocche. Li trovavo dappertutto!” racconta Ginevra, madre di due bambini. Questa esperienza non è rara: molte neomamme affrontano una significativa perdita di capelli alcuni mesi dopo la nascita del loro bambino, un fenomeno noto come alopecia post-partum.

Durante la gravidanza, gli ormoni androgeni ed estrogeni in elevata concentrazione favoriscono una vera e propria rinascita dei capelli, rendendoli più folti e lucenti. Tuttavia, dopo il parto, il drastico calo di questi ormoni può causare una caduta dei capelli allarmante.

Il ciclo di vita del capello è fortemente influenzato dagli ormoni, e il cambiamento ormonale che avviene subito dopo la gravidanza è il principale responsabile di questa perdita massiva di capelli. Questo periodo può essere estremamente stressante per le neomamme, non solo fisicamente ma anche psicologicamente, in quanto l’immagine di sé può subire un duro colpo. La chioma, spesso considerata un simbolo di bellezza e femminilità, diventa fragile e sottile, accentuando il disagio emotivo.

Fortunatamente, è possibile intervenire su questa condizione. Trattamenti specifici che combinano principi attivi mirati possono stimolare la crescita fisiologica dei capelli e rafforzarne la fibra. Inoltre, l’adozione di pratiche di cura del cuoio capelluto e del bulbo pilifero può aiutare a limitare i danni e favorire una rapida ripresa della salute dei capelli.

In questo articolo assieme al Dott. Filippo Formichini, medico chirurgo tricologo esperto specializzato nel trapianto di capelli , vediamo nel dettaglio quali sono le cause della perdita dei capelli dopo la gravidanza, quali sono le soluzioni e le relative accortezze per prevenire il problema.

Se hai bisogno di un trapianto di capelli puoi rivolgerti alla clinica Tricogeneis di Firenze.Puoi prenotare un appuntamento o ottenere ulteriori informazioni chiamando il numero +39 351 5281191 o inviando un’email a info@tricogenesis.com.

Cause della perdita di capelli post-partum

Cambiamenti ormonali

Durante i nove mesi di gravidanza, l’organismo della donna produce una quantità elevata di estrogeni, ormoni che allungano la fase di crescita dei capelli, rendendoli più folti e lucenti. Tuttavia, al momento del parto, il livello di estrogeni crolla drasticamente. Questo brusco cambiamento provoca l’effluvio telogen, un processo che porta alla caduta massiva dei capelli. In condizioni normali, una persona perde circa 70 capelli al giorno, ma dopo il parto questo numero può aumentare significativamente, arrivando anche a 120-130 capelli al giorno. Fortunatamente, questa condizione è temporanea, e i capelli solitamente ricrescono entro sei-dodici mesi.

Influenza della prolattina

Durante l’allattamento, l’ormone prolattina, necessario per la produzione di latte, rimane a livelli elevati. Anche se comunemente si pensa che l’allattamento sia direttamente responsabile della perdita di capelli, in realtà la prolattina può solo prolungare questo periodo di caduta senza essere la causa principale. La prolattina influisce negativamente sulla salute del capello, ritardando il recupero ma non provocando direttamente la caduta.

Stress e fatica

Il periodo post-partum è spesso caratterizzato da un aumento significativo dello stress e da una riduzione delle ore di sonno. La combinazione di stress psicofisico e fatica contribuisce ulteriormente alla perdita di capelli. La mancanza di riposo adeguato e l’ansia associata alle nuove responsabilità di una madre possono aggravare la condizione dei capelli, già indeboliti dai cambiamenti ormonali.

Altri fattori

Oltre agli ormoni e allo stress, anche altri fattori possono influenzare la caduta dei capelli dopo il parto. Tra questi, le carenze nutrizionali comuni durante e dopo la gravidanza, come la carenza di ferro e di vitamine del gruppo B, possono indebolire i capelli e aumentarne la caduta. È fondamentale mantenere una dieta equilibrata e considerare l’assunzione di integratori specifici, sotto consiglio medico, per supportare la salute dei capelli durante questo periodo delicato.

La Caduta dei capelli post-partum è reversibile?

La perdita di capelli dopo il parto è un fenomeno che può preoccupare molte neomamme, ma fortunatamente è una condizione temporanea. Durante il periodo post-partum e l’allattamento, le opzioni di trattamento tradizionali per la caduta dei capelli sono limitate. Questo perché molti trattamenti potrebbero trasferirsi nel latte materno e, di conseguenza, non sono raccomandati per la sicurezza del neonato.

La caduta di capelli in questo periodo è legata principalmente ai cambiamenti ormonali, e sebbene possa essere significativa, è generalmente temporanea. I follicoli piliferi, infatti, riprendono la loro normale attività replicativa dopo alcuni mesi. È importante sapere che questo fenomeno non implica una perdita permanente dei capelli. Il processo naturale di ricrescita ripristina gradualmente la chioma al suo stato pre-gravidanza.

Gli specialisti in tricologia suggeriscono alle neomamme di essere pazienti e di attendere che il loro corpo ritorni a un equilibrio ormonale normale. Nel frattempo, possono essere adottate alcune misure per migliorare la salute generale dei capelli. L’uso di integratori multivitaminici, purché non specifici per i capelli e privi di farmaci, può essere utile. Questi integratori aiutano a mantenere un buono stato nutrizionale senza rischiare di trasferire sostanze indesiderate al neonato attraverso il latte materno.

Se la caduta dei capelli continua oltre il periodo di allattamento, è consigliabile consultare un tricologo per eseguire esami del sangue e verificare la funzionalità tiroidea. La tiroide gioca un ruolo cruciale nel metabolismo generale, compreso quello delle cellule follicolari. Assicurarsi che la tiroide funzioni correttamente è essenziale per la salute dei capelli.

Soluzioni e trattamenti per la caduta dei capelli post-partum

La caduta dei capelli dopo il parto può essere gestita efficacemente attraverso una combinazione di alimentazione, cure specifiche e trattamenti mirati. Ecco alcune strategie utili per affrontare questo problema.

Alimentazione e Integratori

  • Dieta bilanciata: Mantenere una dieta ricca di frutta, verdura, proteine e grassi sani è fondamentale per la salute dei capelli. Nutrienti come le vitamine, i minerali e gli antiossidanti giocano un ruolo chiave nel supportare la crescita dei capelli e nel mantenere il cuoio capelluto in buona salute.
  • Integratori: L’assunzione di integratori specifici, come zinco, ferro e vitamine del gruppo B, può essere utile per compensare eventuali carenze nutrizionali. Tuttavia, è importante consultare un medico prima di iniziare qualsiasi integrazione, specialmente durante l’allattamento. Gli specialisti raccomandano integratori multivitaminici non specifici per i capelli e non farmacologici.

Cura dei Capelli

  • Lavaggi delicati: Utilizzare shampoo e balsami delicati e limitare i lavaggi per evitare di stressare ulteriormente i capelli. È consigliabile scegliere prodotti formulati per capelli fragili e inclini alla caduta.
  • Riduzione dell’uso di calore: Evitare l’uso eccessivo di phon, piastre e arricciacapelli. L’asciugatura all’aria è preferibile, poiché riduce il rischio di danni termici ai capelli.
  • Pettinatura delicata: Utilizzare pettini a denti larghi e pettinare i capelli solo quando sono asciutti. Pettinare i capelli bagnati può causare rotture e aumentare la caduta.

Trattamenti Specifici

  • Lozioni galeniche: Preparazioni farmaceutiche personalizzate, conosciute come lozioni galeniche, possono essere utilizzate per stimolare la crescita dei capelli. Queste lozioni contengono ingredienti attivi che favoriscono il ricambio pilifero e migliorano la salute del cuoio capelluto.
  • Biotricostimolazione: Questo trattamento consiste in iniezioni sottocutanee di nutrienti specifici che stimolano i follicoli piliferi. È un metodo efficace per accelerare la ripresa della crescita dei capelli.

Indicazioni durante e dopo l’allattamento

Durante l’allattamento, le terapie tradizionali per la caduta dei capelli sono limitate a causa del rischio di trasferimento di sostanze al latte materno. Gli specialisti raccomandano l’uso di integratori multivitaminici generici per supportare la salute generale senza compromettere il benessere del neonato.

Se la caduta dei capelli persiste, è consigliabile eseguire delle analisi del sangue per valutare la funzionalità tiroidea. La tiroide, infatti, regola il metabolismo delle cellule follicolari e la sua corretta funzione è essenziale per la salute dei capelli.

Ausili farmacologici e altri trattamenti

Una volta terminato il periodo dell’allattamento, se la qualità dei capelli non è soddisfacente o se la caduta continua, esistono diverse opzioni di trattamento:

  • Ausili farmacologici: Farmaci specifici prescritti dal medico possono aiutare a migliorare la qualità e la crescita dei capelli.
  • Trattamenti specifici: Procedure come la biotricostimolazione possono essere utili per stimolare i follicoli piliferi.
    Integratori mirati: L’assunzione di integratori specifici per i capelli, sotto consiglio medico, può aiutare a compensare eventuali carenze nutrizionali.
  • Lozioni galeniche: Questi preparati personalizzati possono essere utilizzati per ottimizzare il ricambio dei capelli e migliorare la salute del cuoio capelluto.

Consultare uno specialista

Se la perdita di capelli è significativa e persiste oltre i sei mesi, è consigliabile consultare un tricologo o un endocrinologo per escludere altre cause, come problemi tiroidei o squilibri ormonali.

Prevenzione della caduta dei capelli post-partum

Mantenere la salute dei capelli dopo il parto richiede un approccio preventivo che tenga conto di vari fattori, oltre ai cambiamenti ormonali. Adottare alcune buone abitudini e pratiche può fare la differenza nella riduzione della caduta dei capelli e nel promuovere la loro crescita.

  • Gestione dello stress:Il periodo post-partum è spesso stressante, e lo stress può contribuire alla caduta dei capelli. Praticare tecniche di rilassamento come yoga, meditazione o semplicemente dedicare del tempo a sé stesse per attività piacevoli può aiutare a ridurre lo stress. Una mente serena ha effetti positivi sulla salute dei capelli.
  • Stile di vita sano: Un adeguato stile di vita è fondamentale per mantenere i capelli sani.
    Sonno Adeguato: È cruciale cercare di riposare il più possibile per combattere la fatica. Un sonno di qualità aiuta il corpo a rigenerarsi e sostiene la salute del cuoio capelluto.
  • Attività fisica: Esercizi regolari migliorano la circolazione sanguigna, favorendo l’apporto di nutrienti al cuoio capelluto e ai follicoli piliferi.
  • Cura personalizzata: Ogni neomamma ha esigenze uniche quando si tratta di cura dei capelli. È importante ascoltare il proprio corpo e adattare le routine di cura in base ai bisogni individuali. Se noti segnali di disagio, come prurito del cuoio capelluto o eccessiva secchezza, potrebbe essere utile consultare uno specialista.
  • Alimentazione e integratori: Una dieta equilibrata e ricca di nutrienti è essenziale. Consumare abbondanti frutta e verdura, insieme a proteine di alta qualità, aiuta a mantenere i capelli forti. Evitare cibi processati e zuccheri raffinati che possono contribuire a carenze nutrizionali.
    In alcuni casi, integratori di zinco, rame e ferro possono essere utili per combattere la caduta dei capelli. Tuttavia, è importante consultare un tricologo prima di assumere qualsiasi integratore, per valutare la reale necessità e garantire che non vi siano controindicazioni.
  • Evitare Pratiche Aggressive: Per preservare la salute dei capelli, evitare lavaggi frequenti e l’uso di prodotti aggressivi. Scegliere shampoo delicati e limitare l’uso di piastre e phon a temperature elevate. Anche l’uso di balsami leggeri e il pettinamento delicato dei capelli bagnati possono prevenire la rottura e la caduta.